Impararare sentendo - Formazione

Lavorare in giardino con persone disabili richiede alcune competenze e conoscenze che possono essere sperimentate e acquisite facendo qualche esercizio. Ecco un suggerimento per una breve formazione in Orticultura terapeutica.

 

Obiettivi

Far si che le persone percepiscano la situazione (almeno in parte) di essere disabili e di essere a conoscenza della posizione del supporto di accompagnamento.

Materiale

Materiali ed esempi di disabilità da creare:

Sedia a rotelle (potrebbe essere affittata da una farmacia, può essere prestato da una ONG di disabili)

Stampelle con le gambe legate insieme

Maschera per bendare la persona: (maschera di sicurezza completamente annerita con nastro)

Disturbi alla vista: occhiali con nastro adesivo nero in mezzo per falsare la visione periferica, oppure con un foro al centro per falsare la visione tubolare (può essere fatto con gli occhiali 3D per film, per compromettere ulteriormente la visione, ma attenzione perche potrebbero causare mal di testa ... anche questo fa parte del gioco)

Sordi: tappi per le orecchie più auricolare di sicurezza

Implementazione

La visita avrà luogo per 30-40 minuti

Step 1: creare coppie di persone disabili/aiutanti, equipaggiare i partecipanti

Step 2: preparare le persone prima della visita al fine di prestare attenzione a che cosa / come si sentono da persona disabile o da aiutante.

Step 3: la visita: La visita può essere adattata, ma non troppo, il punto è quello di far sentire quanto può essere difficile e strano avere una visita "normale" quando si è disabili. A metà strada, attraverso la visita, le persone si scambiano i ruoli,

Step 4: tempo di riflessione personale. Alla fine della visita si prendono da 5 a 10 minuti per scrivere in privato tutto quello che hanno sentito e notato sul modo in cui è andata la visita .

Step 5: briefing comune: si possono prendere almeno 30 minuti per condividere tutti i sentimenti e parlare della necessità di empatia, dei problemi alla quale si deve dare attenzione (sicurezza, accesso, come non "invadere" l'autonomia personale ...) quando si è un “aiutante”

Valutazione

La valutazione è inclusa nell'attività attraverso il momento di riflessione finale

Presta attenzione ai sentimenti provati dai partecipanti e lavoraci su, dai dei suggerimenti su come gli accompagnatori possono comportarsi in determinate situazioni.

 

Suggerimenti

Questa visita è molto utile anche se i partecipanti avranno a che fare con persone con disabilità mentale, perché molte delle persone che soffrono di disabilità mentale hanno anche disabilità fisiche. Il punto principale è quello di far si che i partecipanti capiscano come ci si può sentire in un mondo normale alienando la disabilità. Questa sensazione può essere estrapolata  dalle persone con disabilità mentale, che possono anch’essi sperimentare, magari in un modo diverso.

Con il gruppo dei tirocinanti concepire la sessione che si terrà più avanti (per esempio il giorno o settimana dopo) con un gruppo in visita di persone disabili.

Con il gruppo si devono scegliere le attività, preparare la tempistica, il materiale, la pianificazione della visita. Organizzando una visita i partecipanti si rendono conto dell'importanza della preparazione, della pianificazione del tempo,della valutazione, della preparazione delle l'attività e la posizione di leader / accompagnatore aiutante del disabile.

Tutto questo può essere utilizzato per proporre un reale attività "terapeutica" con la dovuta sicurezza e comodità, non solo un’attività fisica. (Attività terapeutica nel senso di produrre un reale cambiamento nel benessere di queste persone)